Lo Staff Dog Beach

Lo Staff Dog Beach

URL del sito web: http://www.dog-beach.it

Tutto lo staff rimane a completa disposizione per qualsiasi informazione o richiesta. Per contattarci consultare l'apposita sezione "Contatti"

Parafrasiamo lo slogan all’ingresso della Dog Beach per annunciare la novità 2014 della più bella spiaggia per cani che conosciamo!

Quest’estate infatti ci saremo anche noi dello staff “INVITO CANI E GATTI A CENA”, un team di consulenti alimentari a disposizione di tutti gli ospiti della Dog Beach, bipedi e soprattutto quadrupedi per informare sulla corretta alimentazione dei nostri amici a 4 zampe!

Se per loro come per noi vale infatti il detto “Siamo quello che mangiamo” è importantissimo su un lato di salute fisica ma anche di benessere generale che si traduce perfino in capacità mentali e aspetti comportamentali mangiare sano e soprattutto completo.

Per fornire consulenza e soluzioni lo staff “Invito cani e gatti a cena” sarà presente in pineta per rispondere alle domande e organizzando incontri informativi gratuiti e aperitivi a 6 zampe.

Sul blog di Dog Beach inoltre affronteremo settimanalmente un argomento a tema alimentazione: da cosa mettere nella ciotola, ai cibi pericolosi, alle allergie alimentari, alle regole di bon ton nel servire i pasti.

Ecco il programma di alcuni degli interventi:

-          Seminario base di alimentazione animale

-          Allergie, dermatiti e intolleranze alimentari

-          Quando mangia Fido?

-          La pappa è servita: bon ton della ciotola

-          Alimentazione industriale o barf?

-          E se Fido vive con Micio?

Seguiteci e soprattutto… buona pappa a tutti!

È arrivata la primavera e con il primo caldo, le prime passeggiate all’aria aperta e l’allungarsi delle giornate, la mente vola immediatamente all’estate e alle vacanze. C’è chi le sta già programmando e chi, dalla scrivania dell’ufficio, rimpiange ancora quelle passate.anno2009 la spiaggia per cania sanvincenzo13

E' questo il momento in cui si cominciano a pianificare le vacanze, e come ogni anno (per qualcuno il primo) la mente va anche al nostro amico a quattro zampe, impaziente di condividere con noi ogni secondo della nostra vita non lavorativa.

Oggi il cane da “collega” nelle più svariate professioni, come guardiano, pastore, cacciatore; sta diventando a tutti gli effetti un membro della famiglia, e la vecchia domanda “a chi lascio il cane durante le ferie?” si è trasformata nella più attuale “come organizzo le vacanze con lui?”.

cani viagigo bagagliaio

Bisogna innanzitutto sapere che il cane è un animale molto abitudinario, l’ideale sarebbe quindi averlo già abituato ai mezzi di trasporto, ai cambiamenti e alle situazioni nuove. Un cane che ha vissuto sempre e solo nel suo giardino, facendo poca esperienza nel mondo, potrà vivere la vacanza in modo stressante, se non, in casi di particolare timidezza, addirittura traumatico.

Anche la scelta del luogo, pertanto, deve tenere presente le abitudini ed il carattere del nostro cane: se abbiamo un cane particolarmente timoroso, eviteremo luoghi affollati come grandi città turistiche o se abbiamo un cane anziano che soffre il caldo, l’ideale potrà non essere una spiaggia nelle ore di punta. Se vogliamo partire insieme, trovare un equilibrio fra le nostre aspettative per le vacanze, e quelle del nostro cane, ci aiuterà ad evitare spiacevoli inconvenienti durante il soggiorno.

In generale, sarebbe da tenere presente che:

- Mare

tutte le razze alla dog beach20

Attenzione ad avere una ciotola di acqua dolce sempre con sé, fare delle pause al fresco se abbiamo a disposizione una pineta o una zona ombreggiata, valutare gli orari migliori in cui stare effettivamente in spiaggia, ed evitare che il mio cane si trovi a soffrire troppo il caldo. Ci cureremo di scegliere la spiaggia più adatta, ovviamente a misura di cane, valutando fra quelle in cui potrà stare libero con i suoi simili, e quelle dove non potrà nemmeno accedere all’acqua. Ricordate che non tutti i cani amano nuotare nell’acqua: se il vostro è tra questi NON forzatelo, potrebbe spaventarsi e non avvicinarsi più.

- Montagna

cane montagna

 Il tipo di vacanza forse più gradita dai nostri amici a quattro zampe, presenta comunque delle limitazioni. Importantissimo informarsi sui regolamenti dei diversi parchi nazionali, visto che, in alcuni casi, l'ingresso dei cani non è ammesso, per particolari tutele alla fauna selvatica. Spesso dovremmo prestare una particolare attenzioni alle profilassi veterinarie, come i vaccini o la tutela da pulci e zecche. 

- Città turistica.

cone citta 

Significa marciapiedi e asfalto roventi, divieto d’accesso in molti luoghi da visitare, come musei e chiese. Significa anche ritagliarsi del tempo per portarlo a correre libero in qualche parco o area cani, oltre ad una particolare attenzione alle varie leggi comunali sugli animali.

Una volta scelta la località, ed il luogo in cui soggiornare (anche quello non per nulla scontato), possiamo passare alla pianificazione vera e propria.

Partiamo dalla valigia:

cane con valigia

in cui non dovranno mai mancare: libretto sanitario, necessario per ogni evenienza, oggetti familiari, come giochi, cuccia e ciotole, che lo aiuteranno anche a gestire in modo più sereno il cambio di ambiente; medicinali e kit di primo soccorso, perché non tutte le farmacie hanno una sezione veterinaria; un po’ del suo cibo abituale, perché non è scontato trovare negozi di animali ben riforniti e le abitudini alimentari non vanno cambiate.

Inoltre, è obbligatorio per legge avere sempre con sé i sacchetti per la raccolta delle deiezioni e la museruola.

Riguardo a quest’ultima, la più indicata, specialmente d’estate, è la museruola a gabbia (di plastica o metallo), che permette al cane di aprire la bocca per abbaiare, bere e ventilare, azione importantissima quando fa caldo, poiché il cane non possiede ghiandole sudoripare come noi umani e termoregola attraverso la bocca. La museruola è uno strumento che può risultare fastidioso, quindi è indicato presentarla al cane preventivamente, in maniera molto graduale, ed associandola sempre ad emozioni piacevoli.

Passiamo ora alla pianificazione del viaggio per quello che riguarda i mezzi di trasporto.

L’ideale, solitamente, sarebbe viaggiare in automobile.

pets-travel-image-2

Quando i cani sono già abituati agli spostamenti in macchina, tendenzialmente la identificano come un luogo sicuro, inoltre possiamo fare quante soste desideriamo, e scegliere dove fermarci.

In questi casi è consigliato far viaggiare il cane a stomaco vuoto, dopo una bella passeggiata, fare delle soste almeno ogni 2 ore per fargli sgranchire le zampe e fargli fare i bisogni, e avere sempre a disposizione dell’acqua fresca.

L’avrete già sentito milioni di volte ma repetita iuvant: MAI e poi MAI lasciare il cane in macchina d’estate, neanche per poco tempo, neanche con i finestrini abbassati, neanche all’ombra.

Come far viaggiare il cane in macchina? Il codice della strada è chiaro (art. 169, 6° comma):

“E' vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. E' consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C’’.

Quindi, tradotto: un solo cane può stare dove si vuole, basta che non possa raggiungere il posto di guida. Che sia nel trasportino, che sia sui sedili posteriori, legato con la pettorina alla cintura di sicurezza per cani, che sia diviso da una rete, va bene. Se invece si trasportano due o più cani, dovrebbero viaggiare nel trasportino o essere divisi con una rete dal conducente.

Una delle alternative alla macchina è il treno:

cane su treno

dove sono obbligatori la museruola, o il trasportino, il libretto sanitario e l’iscrizione all’anagrafe canina. A seconda della compagnia, in alcune carrozze potrebbe essere vietato l’accesso, o potrebbero prevedere di far scendere cane e conduttore in caso di disturbo. I regolamenti specifici delle principali compagnie nazionali sono consultabili nei rispettivi siti internet.

Un altro modo di viaggiare, spesso associato alla macchina in caso di traversate marine, è la nave.

cane su barca

Ogni compagnia è differente, quindi è di primaria importanza informarsi bene prima di partire, non solo per sapere SE il cane potrà viaggiare con noi, ma anche COME viaggerà. Ci sono compagnie che limitano l’accesso solamente ad alcuni ponti esterni, quelle che offrono dei box (spesso in punti molto rumorosi), quelle che, invece, hanno ponti appositi per le deiezioni e consentono l’accesso anche alle cabine.

Ultimo mezzo di trasporto da valutare bene è l’aereo.

cane aereporto

Anche in questo caso, le modalità di viaggio variano da compagnia a compagnia. Generalmente, animali di piccolissima taglia possono stare in un trasportino della misura del bagaglio a mano, specificandone per tempo la presenza, tutti gli altri animali invece vengono trasportati solo in stiva. Si tratta di un'opzione da valutare molto attentamente, visti gli innumerevoli casi, ahimè, di cani deceduti per lo stress, per la depressurizzazione, per malattie cardiache, ecc.

Concludiamo suggerendo alcune regole riguardanti l’arrivo nel posto nuovo e la permanenza:

  • Appena arrivati, facciamo una passeggiata insieme,  dando al cane il tempo di conoscere il circondario;
  • Quando entriamo in casa/stanza, facciamogli trovare gli oggetti che gli sono familiari, come la sua cuccia e, mentre sistemiamo i bagagli, offriamogli una buona ciotola di cibo o un osso da sgranocchiare, così da iniziare a vivere in maniera rilassata il nuovo ambiente;
  • Anche se il nostro cane, a casa, rimane tranquillo durante la nostra assenza, non diamo per scontato che sarà così anche nella nuova sistemazione. Lasciamolo da solo nella nuova sistemazione in modo graduale e dopo una bella passeggiata.
  • Le regole che ci sono in casa valgono anche in vacanza, senza eccezioni. Fra queste regole possono esserci quelle che limitano l’accesso a letto o divani, la gestione del cibo da tavola, la frequenza dei pasti, ecc;
  • lasciamo al collo del nostro cane sempre e comunque un collarino con una medaglietta che contenga i nostri contatti.
  • Ultima ma importantissima regola: RELAX E DIVERTIMENTO!!

 

In alternativa vi segnaliamo anche la guida HOMEAWAY che parla anche della nostra amata Dog Beach

InfogCaneItalia


Buone Vacanze!!!

 cana al mare

 

Cari Amici della Dog Beach,

prima di dare il via ufficiale alla stagione 2014 il 24 maggio, abbiamo il piacere di annunciarvi per la Pasqua e per ponti del 25 Aprile e 1 Maggio la spiaggia SARA' APERTA!!!

E non è finita!!! In promozione esclusiva per l'evento potrete noleggiare un completo (ovvero 2 lettini e 1 ombrellone) a 9,00 € invece che 18,00€ !!!

DATE APERTURA

19 e 20 Aprile

25, 26 e 27 Pprile

1,2,3, e 4 Maggio

Ecco cosa sarà attivo in queste date:

- noleggio ombrelloni

-bar

-servizi igienici

-acqua potabile per i cani

- acqua per sciacquare i cani

- parco ombreggiato

 

Per ulteriori info scriveteci a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

o chiamate il: 392 600 11 60

 

Calcolo Percorso

Foto de Giorno


Dog Beach San Vincenzo

Your cart